Jeux d'enfants

I FIGLI

Si sono appropriati di ogni nostro gesto.

hanno gli stessi occhi,
la stessainclinazione a contar storie
magari un viso somigliante,
soffrono come noi dell'ingiustizia.
Vivono in un mondo di case rimpicciolite,
castelli spaziosi ed alte torri,
circondati da fantasmi con nomi misteriosi.
Parlano una segreta lingua
di uccelli e burattini,
in genere ci ignorano.
La nostra vendetta consiste
nel guidar le loro vite
e obbligarli a copiare segrete frustrazioni,
ma ogni notte, liberi, ci uccidono nei sogni.
Inoltre si ammalano pure, e
hanno anche bisogno di noi.
Ci conquistano con piccole parole
e praticano la magia tenacemente.
Eppure, niente potrà impedire
che sui loro corpi il dolore si accanisca,
che commettano errori
e che crescano.